Sulle colline di Leonardo da Vinci

Toscanabike, in questo mite autunno, si è dedicata alla scoperta di nuovi itinerari sulle colline del Montalbano, apprezzando in particolar modo sentieri e profumi attorno a Vinci dal tipico paesaggio toscano costituito da una campagna curata fatta di vigneti, uliveti, case padronali e ville.

Siamo in  provincia di Firenze: il nostro itinerario in mountain bike ha avuto inizio da Cerreto Guidi, con un breve tour del borgo storico situato su un colle, dove abbiamo ammirato il complesso architettonico della Villa Medicea con annessa la Pieve di San Leonardo, famosa per il fonte battesimale attribuito a Giovanni Della Robbia; dopodiché abbiamo percorso per circa 1 km la strada provinciale in direzione Vinci, lungo la “Strada dell’olio e del vino del Montalbano”. 

Ad un certo punto inizia lo spettacolo! Una bella strada sterrata, ben curata, che attraversa dei vigneti e oliveti: qui pedalare è veramente un piacere, sia per il sentiero alla portata di tutti ma soprattutto per il bel panorama che si può ammirare intorno.

Distese di vigneti colorati di giallo, arancio e rosso da un tiepido sole autunnale, sono intervallati da case padronali e da un territorio caratterizzato da un continuo alternarsi di leggere salite a brevi discese.

Nel frattempo Vinci si sta avvicinando, ne abbiamo la certezza quando arrivati alla sommità di questi poggi, riusciamo a scorgere sempre più vicina la torre del castello, noto nella tradizione popolare come “castello della nave” per la forma allungata e la torre che rimandano alla sagoma di un’imbarcazione a vela, che oggi ospita il Museo Leonardiano.

Arrivati a Vinci, la visiteremo più tardi, il nostro percorso prosegue verso la Casa di Leonardo immersi negli uliveti percorrendo un sentiero in salita che, nonostante sia uno dei tratti più impegnativi dell’escursione (dislivello di circa 150m), è facilmente percorribile in quanto il fondo è battuto. Dopo una visita alla Casa restaurata nel giugno 2012, abbiamo molteplici scelte per proseguire l’escursione sul Montalbano.

Proseguendo la salita, la prima parte su asfalto, qui la pendenza è più sostenuta, si arriva fino al crinale del Montalbano con una varietà di sentieri tutti da esplorare (alcuni già noti a molti bikers e ovviamente a noi di Toscanabike 🙂 ).

La versione “soft” dell’escursione prevede un passaggio in località “il Leccio”, dal nome dell’albero classificato come “albero monumentale” nel 2007, e da lì abbiamo goduto delle bellezze del luogo: Il Leccio, la Chiesa, la Terrazza panoramica dove c’è una meravigliosa veduta dall’alto di Vinci, Parco della Rimembranza. Successivamente si passa per Faltognano, seguendo una strada padronale molto scorrevole e divertente attraverso gli uliveti, che ci conduce fino a Vinci. Qui merita finalmente fare una sosta per visitare la piazza con la grande scultura lignea di Mario Ceroli ispirata alla celebre riproduzione di Leonardo dell’Uomo Vitruviano, il Castello che ospita il Museo Leonardiano e la chiesa parrocchiale di Santa Croce.

Il rientro a Cerreto Guidi è altrettanto bello passando per una delle molteplici varianti che si possono percorrere attraversando strade poderali e vigneti, che ci inebriano di profumi, soprattutto nel periodo post-vendemmia, tipico di queste ricche terre, e con la voglia di tornare a pedalarci presto.

(articolo di Damiano Cialdi – Accompagnatore MTB)

Dati escursione:

Lunghezza:  20 km circa

Dislivello: 800 mt circa

Difficoltà: media, per alcune brevi salite impegnative

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...